• expat

Consigli pratici per vivere le prime fasi da expat

Oltre alle tante teorie su come affrontare i primi momenti della nuova vita da expat che tutti abbiamo sentito dire, letto o immaginato, come ad esempio pensare a quanto si è fortunati, se lo si è voluto allora non si devono avere ripensamenti ecc ecc…ci sono dei semplici punti da tenere in considerazione su come vivere le prime fasi da expat.

A volte sembra scontato, ma delle altre, siamo sopraffatti da una miriade di emozioni e sensazioni che ci mettono nella situazione di aver bisogno di mettere nero su bianco i punti da seguire.

Cosa fare praticamente nella tua nuova terra? Come vivere le prime fasi da expat?

Costruire la propria casa: mi riferisco ad arredare, dipingere, modellare la nuova casa nel modo più vicino al proprio essere, in modo tale da vivere in un ambiente che si sente proprio.

Esplorare il nuovo paese: mi riferisco a “perdersi” all’interno del paese o della città in cui si vive per conoscerne ogni singolo angolo e cominciare a farlo proprio, ma anche organizzare vere e proprie gite fuori porta per conoscere al meglio il contesto in cui ci si è immersi, i luoghi, le abitudini, le persone, i cibi e le feste.

Iscriversi in palestra: oggi come oggi è possibile scegliere tra tantissime attività per cui tutti possiamo trovare quella più adatta noi, l’importante è scegliere un’attività che coinvolge davvero, così da apportare benessere fisico, psichico, emotivo e sociale.

Frequentare associazioni di volontariato o club: dedicare un po’ del proprio tempo agli altri, è un gesto importante per gli altri ma anche a per se stessi.

Iscriversi ad un corso di lingua: questo è un modo utile per conoscere altra gente che si trova nelle tue stesse condizioni e poter condividere la tua esperienza con chi sa “di cosa stai parlando”, oltre ad apprendere la lingua locale.

Questi cinque consigli possono essere messi in pratica in qualsiasi momento, sia quando si ha bisogno di riempire i vuoti, quindi si ha la necessità di non pensare, non è il momento di affrontare pensieri ed emozioni, sia durante o dopo aver ricostruito la nuova vita.

E’ sempre utile prendere carta e penna e scrivere programmi ed obiettivi prefissati, in modo tale da dargli più valore e per questo essere raggiunti prima e più facilmente.

E’ importante sapere che la stragrande maggioranza di persone che lascia la propria terra, per andare a vivere in un posto nuovo, può attraversare momenti di disagio dovuti all’assenza delle proprie certezze, di tutto ciò che si conosce, oltre alla mancanza fisica di persone, cose e luoghi.

Se ti trovi in questa situazione, sappi che è normale e che si tratta di momenti che presto saranno solo ricordi, ma anche che fanno parte della persona che sarai domani…una persona più “grande” e più forte.

Se stai vivendo un periodo o una situazione che preferisci affrontare insieme a me, contattami. Non ti darò delle risposte, ma un metodo per trovarle! Ti aiuterò a gestire le difficoltà attraverso l’uso consapevole delle tue risorse.

  • mollare tutto e cambiare vita

Mollare tutto e cambiare vita

Quante volte ti è capitato di pensare che sarebbe meglio mollare tutto e cambiare vita?! Mollare la vita sentimentale che ormai di sentimentale non ha più niente, il lavoro che non gratifica, la città o il paese che non soddisfa pienamente il tuo stile di vita o magari tutto questo in un’unica soluzione.

Ci vuole più coraggio a rimanere in un contesto che non si percepisce come proprio, oppure è più coraggioso lasciarsi questo mondo alle spalle per trovare la propria serenità?

Ovviamente in base alle possibilità economiche, allo stile di pensiero, al contesto ambientale in cui si vive o si è vissuto, la risposta a questa domanda cambia per ognuno di noi.

Quando per scelta, per necessità, per coraggio o per stanchezza ti trovi nella situazione di voltare pagina, ecco che una miriade di sensazioni e di emozioni, a volte anche nuove, cominceranno a far parte della tua vita.

Adesso arriva il momento in cui partendo da una pagina bianca, devi scrivere i nuovi capitoli della tua vita, senza punti di riferimento e senza certezze.

Cosa avviene nelle prime fasi?

Durante i primi tempi ti sembra di vivere un’avventura, è come stare in vacanza e tutte le novità vengono vissute con entusiasmo; poi piano piano cominci a fare i conti con le assenze.

E’ giusto sapere che i momenti di sconforto sono appunto momenti, passeranno e diventeranno solo un ricordo e tu uscirai da questo periodo più forte di prima.

Tutti coloro che lasciano la propria Terra prima o poi si imbattono nella mancanza. Può trattarsi della mancanza di qualcosa, di qualcuno, di un luogo, di un profumo, di un sapore, di un’abitudine… nessuno ne è esente, non è una questione di carattere, di forza o di sentimentalismo, fa semplicemente parte dell’essere umani.

Sapere che accadrà, quindi aspettarselo, aiuta sicuramente ad affrontare questo vuoto nel migliore dei modi; è una di quelle cose che si metteranno in valigia insieme alla t-shirt preferita.

Se si è pronti a mettersi in gioco, ad apprendere cose nuove, ad ampliare i propri orizzonti, magari ad imparare una nuova lingua, si deve essere pronti anche ad abbandonare qualcosa.

Si deve essere pronti a riconoscere l’assenza e a guardarla in faccia, ma ciò deve avvenire nel momento giusto, quando si è veramente pronti ed abbastanza forti.

Se la mancanza è forte nei primissimi periodi della nuova vita e non ti senti di poterla affrontare faccia a faccia, è meglio riempire i tempi.

Se invece arriva in un momento in cui ti senti in grado di poter gestire le tue emozioni, la cosa più giusta da fare è riconoscerle, dar loro un nome, viverle e razionalizzarle, così da non permettergli di agire “sottobanco” e farti vivere con una perenne sensazione di angoscia.

Semplici ed efficaci soluzioni.

In molti posti del mondo esistono le comunità attive di persone di una nazione, oltre a club o associazioni con cui è un piacere condividere e vivere una relazione di scambio.

Cercale e trova quella che ti sembra più adatta a te.

I momenti di sconforto si superano prima e al meglio con un’attività condivisa, di cooperazione e di scambio reciproco.

Non esitare a cercare attorno a te la situazione che ti calza a pennello e ad immergerti in essa “senza se e senza ma”.

Una volta superata la fase della mancanza, tutto è pronto per un nuovo equilibrio.

Adesso che sai qualcosa di più del posto in cui ti trovi e della forza che hai dentro, è possibile scegliere come impostare la tua nuova vita e costruire ogni giorno qualcosa di meraviglioso, con nuovo entusiasmo e nuova luce!

Se stai vivendo un periodo o una situazione che preferisci affrontare insieme a me, contattami. Non ti darò delle risposte, ma un metodo per trovarle! Ti aiuterò a gestire le difficoltà attraverso l’uso consapevole delle tue risorse.