• paura

Affrontare la paura

Che cos’è la paura?

La paura è una delle emozioni primarie, innate; non è da considerare come un’emozione negativa, in quanto è molto utile alla sopravvivenza in situazioni che si ritengono pericolose. E’ importante riuscire ad affrontare la paura nel modo migliore.

E’ importantissimo sapere e ricordare che non esistono emozioni positive ed emozioni negative: è naturale provarle, ed è utile esprimerle.

Ciò vuol dire che una persona sana non è una persona che non prova paura, tristezza o rabbia ad esempio, ma è una persona che riconosce le proprie emozioni, le contestualizza ed è in grado di mettere in atto le proprie risorse interne per gestire gli stati emotivi che le provocano malessere.

Quando la paura è (apparentemente) immotivata, frequente e condiziona il normale svolgimento della vita quotidiana, è bene fermarsi e porsi qualche domanda.

Spesso si ha paura di situazioni che si ritengono “più grandi” di se stessi, di quelle condizioni che vanno al di là della volontà di ciascuno e per questo non gestibili.

E’ vero, esistono situazioni che sfuggono dal proprio controllo, ma non è su queste che si deve lavorare (vista l’impossibilità di farlo), piuttosto ognuno di noi deve imparare a conoscere, riconoscere ed interpretare le emozioni che suscitano dentro sé, queste particolari circostanze.

Fisiologia della paura.

Da un punto di vista fisiologico, la paura eccessiva, provoca disturbi fisici oltre ai malesseri psichici.

Durante uno stato ansioso, il corpo produce cortisolo, un ormone chiamato anche ormone dello stress. Il cortisolo da molti è conosciuto perché contrasta le infiammazioni; tuttavia se i suoi livelli si innalzano eccessivamente e per un lungo periodo (quando ad esempio lo stato emotivo ansioso è prolungato), si produrranno nel corpo una serie di sintomi fisici, primo tra tutti, l’indebolimento del sistema immunitario.

Per chiarimenti sul cortisolo può tornare utile consultare un chiaro articolo di greenme.

Diventa di fondamentale importanza non farsi trasportare dagli eventi ma essere in grado di affrontare la propria paura.

Soluzioni pratiche:

  • Praticare con regolarità esercizi fisici, una tecnica di rilassamento, yoga, meditazione, training autogeno, esercizi di mindfulness o qualsiasi altra tecnica in grado di offrirti e mantenere uno stato di equilibrio psicofisico.
  • Focalizzare l’attenzione sul corpo: nel momento in cui senti l’emozione della paura, focalizzare la tua attenzione sui cambiamenti fisici che avvengono nel tuo corpo. Presta attenzione a ciò che accade nel tuo corpo, piuttosto a ciò che provi e scrivilo.
  • Verbalizzare ciò che si sente: cerca una spiegazione riguardo ciò che stai provando ed esponila a voce alta. Razionalizzare la situazione farà perdere un po’ di valenza emotiva all’accaduto.

Ricorda che le emozioni vogliono “dirci qualcosa” ed è bene ascoltarle per vivere una vita consapevole.

Se stai vivendo un periodo o una situazione che preferisci affrontare insieme a me, contattami. Non ti darò delle risposte, ma un metodo per trovarle! Ti aiuterò a gestire le difficoltà attraverso l’uso consapevole delle tue risorse.