Vai al contenuto

Chi sono

Sono Ignazia Panepinto, psicologa, esperta in neuropsicologia clinica, in tecniche di rilassamento, di riequilibrio psicofisico e facilitatore in mindfulness.

Qualità di vita, gioia, amor proprio e consapevolezza sono i grandi pilastri sui quali si basa la mia vita personale e professionale e per questo desidero che più persone possibili conoscano e scelgano i benefici di una vita consapevole.

Tutti meritiamo di vivere una vita soddisfacente ed appagante. Una vita nella quale siamo i veri protagonisti del nostro tempo, capaci di gestire nel migliore dei modi qualsiasi rottura o perdita per ritrovare la parte migliore di noi stessi.

Adesso che ti ho detto chi sono, ti dico di cosa mi occupo:

  • Aiuto le persone nell’elaborazione del lutto* non patologico. Le aiuto cioè a ritrovare se stesse e a superare i momenti critici, fino al raggiungimento di un nuovo equilibrio, dopo una perdita o un cambiamento.
  • Accompagno chiunque ne abbia il desiderio, alla scoperta dei benefici della presenza mentale e all’importanza di vivere nel qui ed ora.
  • Propongo vari percorsi per gestire diverse situazioni della quotidianità che, in un determinato periodo, possono creare smarrimento o tensione.
  • Mi prendo cura di chi si prende cura, come i familiari delle persone che soffrono di disturbi o declino delle funzioni cognitive, come nel caso della demenza di Alzheimer e altre demenze.

I percorsi da me proposti si basano su differenti pratiche quali: tecniche di rilassamento, tecniche di psicologia positiva, mindfulness e Training Autogeno.
Ogni mio elaborato si incentra su concetti estremamente importanti ai fini di una buona relazione, quali: empatia, capacità di ascolto ed assenza di giudizio.

Mi rivolgo a chi desidera ritrovarsi e vuole il meglio dalla propria persona, dalla propria vita e dalle proprie relazioni e ha come scopo personale il proprio benessere senza “se” e senza “ma”.

Non mi rivolgo a chi ha un disturbo psicopatologico, a chi non ha davvero scelto di vivere in armonia e mette i “ma” ed i “però” davanti ad ogni possibilità e a chi crede che basti pensare positivo per fare in modo che gli eventi meno piacevoli scompaiano dalla propria vita.

*il lutto è una condizione di dolore conseguente alla perdita di qualcuno o di qualcosa che risulta essere significativo per la persona.
Ne consegue che il processo di elaborazione del lutto può riguardare tante e differenti circostanze, quali:

• la morte di una persona cara,
• la separazione da una persona amata,
• la perdita delle proprie certezze,
• la perdita del proprio lavoro,
• la morte di un animale,
• la perdita delle proprie abitudini conseguente ad un trasferimento,
• la perdita dei propri riferimenti dovuta alla scoperta di una malattia di un proprio caro, ecc…

Contattami per un incontro conoscitivo gratuito o per un percorso personalizzato: