Il meraviglioso mondo cerebrale

mondo cerebrale

Alla base di ogni pensiero e di ogni comportamento umano, dal più semplice al più complesso, vi è l’articolata e straordinaria attività del meraviglioso mondo cerebrale, risultato delle connessioni delle diverse aree cerebrali.

Tutti i nostri pensieri, i nostri comportamenti, le emozioni e le nostre parole, sono dunque mediati dall’incessante attività del sistema nervoso.

Il sistema nervoso degli esseri umani si suddivide in:

  • sistema nervoso centrale (SNC);
  • sistema nervoso periferico (SNP).

Il sistema nervoso centrale, è quella parte del sistema nervoso contenuta dentro la scatola cranica e la colonna vertebrale.

Il sistema nervoso periferico è invece quella parte del sistema nervoso non contenuta in queste strutture ossee e costituita dai nervi cranici e nervi spinali.

Sistema nervoso centrale

Il sistema nervoso centrale è una struttura bilaterale formata principalmente da:

  • midollo spinale;
  • tronco dell’encefalo (costituito da bulbo, ponte e cervelletto sovrastante e mesencefalo);
  • diencefalo (dove si trovano talamo e ipotalamo);
  • emisferi cerebrali (che comprendono la corteccia, i gangli della base, l’ippocampo e l’amigdala);

Il cervello (o più precisamente l’encefalo) è ciò che si trova all’interno della scatola cranica, ossia: emisferi cerebrali, diencefalo e tronco dell’encefalo.

I due emisferi cerebrali sono ricoperti dalla corteccia cerebrale, ossia la regione del cervello che è andata incontro al maggiore sviluppo nel corso dell’evoluzione e da cui dipendono gli aspetti più elevati del comportamento umano.

In genere la corteccia cerebrale è suddivisa i quattro principali zone dette lobi: il lobo frontale, il lobo parietale, il lobo temporale ed il lobo occipitale.

In maniera semplificativa, l’emisfero destro controlla le emozioni, la fantasia e la produzione artistica, mentre l’emisfero sinistro controlla attività più logiche e razionali come la capacità matematica e l’espressione verbale.

Gli emisferi cerebrali sono connessi tra loro tramite un fascio di fibre nervose (gli assoni dei neuroni) dette corpo calloso, il quale permette la loro continua comunicazione.

Le aree di un emisfero esercitano il loro controllo sulla metà opposta del corpo.

Ciò vuol dire che le aree dell’emisfero destro controllano la parte sinistra del nostro corpo e viceversa le aree dell’emisfero sinistro controllano la parte destra del corpo.

Il nostro cervello è un’organizzazione perfetta, ma ha bisogno di una grande quantità di sangue ogni giorno per avere un apporto di ossigeno costante.

Sistema nervoso periferico

Il sistema nervoso periferico è composto da:

  • sistema nervoso somatico;
  • sistema nervoso autonomo (o neurovegetativo).

Il sistema nervoso somatico è la componente del sistema nervoso che interagisce con l’ambiente esterno: è coinvolto nei movimenti volontari e nelle attività degli organi di senso.

Il sistema nervoso autonomo è a sua volta suddiviso in simpatico e parasimpatico ed in linea generale partecipa alla regolazione dell’ambiente interno dell’organismo.

In altre parole, controlla la muscolatura liscia, il cuore e le ghiandole, ed è coinvolto in tantissime attività involontarie dell’organismo.

Le cellule nervose

Ecco cosa c’è alla base dell’attività del meraviglioso mondo cerebrale.

Nel sistema nervoso sono presenti due principali tipi di cellule: le cellule nervose o neuroni e le cellule di sostegno dette anche cellule gliali o glia; queste ultime circondano i neuroni stessi fornendo ad essi un sostegno fisico e funzionale.

I neuroni sono le uniche cellule del nostro organismo che non si riproducono.

Queste cellule presenti nel nostro cervello sono tantissime, circa cento miliardi e sono cellule specializzate nell’analisi e trasmissione di informazioni e lo fanno tramite la ricezione, la conduzione e la trasmissione di segnali elettrochimici.

Per fare ciò, i neuroni entrano in contatto reciproco a livello di zone specializzate di interazione chiamate sinapsi.

In pratica, tramite questa attività elettrica, le informazioni che provengono dall’ambiente esterno arrivano dai recettori periferici fino al sistema nervoso, dal quale vengono poi analizzate.

I neuroni ricevono un segnale chimico (neurotrasmettitore) o fisico (la luce che arriva all’occhio) e questo genera un cambiamento nella membrana del neurone che determina una corrente elettrica.

Quando questo impulso nervoso, raggiunge le terminazioni del neurone, determina la liberazione di una certa quantità di neurotrasmettitore, molecole prodotte dal neurone stesso.

I neuroni presentano un’incredibile varietà di forme e dimensioni, la loro struttura è relativamente semplice ma la loro attività coordinata e il tipo di connessioni che stabiliscono tra loro, danno luogo ad una estrema varietà di percezioni, attività e comportamenti nell’essere umano.

Anche gli ormoni, in maniera molto simile ai neurotrasmettitori si legano a recettori specifici detti recettori per gli ormoni; tuttavia, mentre i neurotrasmettitori agiscono localmente a livello delle sinapsi, gli ormoni essendo rilasciati nel sangue, agiscono in maniera globale in tutto l’organismo.

Per concludere

Lo scambio di informazioni tra mondo esterno (organi di senso) e mondo interno (sistema nervoso) è reciproco e continuo.

Il meraviglioso mondo cerebrale è organizzato nella maniera tale per cui varie aree cerebrali sono connesse tra loro e sono coinvolte nello svolgimento di una determinata attività della persona.

Non dobbiamo pensare quindi ad un’associazione rigida tra una singola parte del cervello ed una funzione; piuttosto alla relazione tra un compito ed una rete di aree cerebrali che si attivano in base al compito.

La conseguenza straordinaria di questo fatto è che un problema che coinvolge una singola area del cervello, non determina necessariamente la scomparsa di una funzione specifica, poiché la funzione perduta potrà essere sostituita dalle altre aree coinvolte nella rete.

Può essere utile guardare un breve video divulgativo a questo link https://www.youtube.com/watch?v=VwB5jq36GF4

Vivere una vita in armonia significa vivere consapevolmente. Per essere consapevoli è necessario conoscere ogni parte di sé e riuscire a comprendere l’insieme, che non è la semplice somma di queste parti.

Contattami per un incontro conoscitivo gratuito su Skype.